Controllo accessi

Surveye offre un servizio di installazione di sistemi di controllo accessi che permettono di controllare e proteggere beni, apparecchiature, archivi e dati preziosi, la cui violazione potrebbe arrecare notevoli danni, all’interno di aziende, uffici pubblici, banche, ospedali, parcheggi o magazzini.

Il sistema di controllo accessi permette di tutelare oltre ai beni anche le persone presenti in un’area riservata.

Surveye prima di scegliere e installare un impianto controllo accessi esegue un’accurata analisi per:

  • identificare il numero e la tipologia di ingressi e uscite da controllare
  • stimare gli eventuali danni che un ingresso non autorizzato potrebbe causare
  • definire il livello di sicurezza richiesto
  • individuare il massimo numero di persone che transita nella giornata, per zona e tipologia di attività

Grazie a specifici software, il sistema di controllo accessi agevola il flusso delle persone; è un ottimo deterrente contro le azioni illecite e i tentativi di furto. Esso, si avvale di dispositivi identificativi come PIN, badge RFID, card e sistema di riconoscimento biometrico

Il controllo accessi è un’importante fonte d’informazione riguardante lo stato d’occupazione dell’edificio. L’impianto controllo accessi può, quindi, servire per ottimizzare i consumi d’energia o per attivare automaticamente l’impianto di sicurezza: il sistema infatti può accendere l’illuminazione e regolare il clima solo nelle zone effettivamente utilizzate; in caso di crisi – come per un principio d’incendio – garantisce il completo controllo della situazione, rispettando i criteri di sicurezza dell’azienda; infine, si occupa di verificare la totale evacuazione del personale interno e dei clienti.

Per ogni ambiente – sia esso un’azienda privata, un ente pubblico o un’abitazione – il sistema di controllo accessi permette di:

  • sapere chi entra e chi esce, quando e da che varco
  • conoscere l’identità della persona che accede a una specifica zona
  • delimitare aree riservate
  • determinare un percorso e un tempo per i visitatori e gli operatori esterni

Un impianto di controllo accessi è composto dal sistema di riconoscimento biometrico e non delle persone, da una chiusura automatizzata e dalla connessione al sistema.

Sistemi di riconoscimento

Un sistema di riconoscimento è in genere costituito da:

  • selettori digitali a tastiera alfanumerica
  • lettori di card, tessere, badge
  • Sistemi Proximity per smart card e badge RFID
  • sistemi Proximity con inserimento di codice identificativo personale (PIN)
  • sistemi biometrici

Il “classico” riconoscimento di un individuo avviene per mezzo di un oggetto posseduto – che può essere un badge, una carta, una tessera, una smart card o una chiave – o un’informazione conosciuta (PIN o password) dal soggetto medesimo.

Il sistema di riconoscimento biometrico, invece, consiste nell’identificazione automatica – tramite lettore biometrico – dell’individuo sulla base di caratteristiche fisiologiche uniche, quali la geometria della mano, l’impronta digitale, l’immagine del volto, la morfologia dell’iride e della retina. I sistemi biometrici rappresentano la frontiera più avanzata e sicura per il riconoscimento della persona. I tratti biometrici non posso essere rubati, passati ad altri individui o dimenticati/persi.

Al contrario di quanto avviene con i sistemi classici, le informazioni biometriche non possono inoltre essere estorte (se non costringendo l’individuo con la forza) e utilizzate in modo fraudolento. Dopo aver verificato – tramite sistema di riconoscimento – l'identità del soggetto che vuole entrare in un'area protetta, l’accesso va abilitato.

L’apertura dell’accesso può avvenire con un dispositivo locale semplice, come per esempio un apri-porta non collegato all’unità centrale o un più sofisticato sistema di controllo accessi online. In quest’ultimo caso, i dati rilevati dal lettore biometrico, dal un lettore di carte o tramite tastiera sono inviati a un server che elabora l’informazione e stabilisce l’apertura del varco.

I sistemi di controllo accessi online offrono anche funzioni avanzate come:

  • possibilità di creare profili con diverse abilitazioni
  • memorizzazione di tutti i tentativi di accesso ed eventuale motivo di rifiuto al transito
  • reportistiche di accesso dettagliate dei transiti effettuati da ogni persona o per fascia oraria, tracciamento dei tempi di percorso o dei tentativi di effrazione

Sistemi di chiusura

Esistono diversi dispositivi di chiusura automatizzati connettibili a un sistema di riconoscimento di persone.

Tornelli a tripode o a tutta altezza
Surveye offre un servizio di installazione tornelli a tripode i quali sono la soluzione ideale per regolare il flusso pedonale in luoghi ad alto movimento di persone (uffici, complessi industriali, punti vendita, centri benessere, palestre, aeroporti, metropolitane). I tornelli sono solitamente bidirezionali ma configurati per il funzionamento monodirezionale: il terminale di controllo accessi permette la rotazione soltanto nella direzione del transito. La rotazione del tripode è data dalla forza esercitata dalla persona durante passaggio. Il meccanismo di funzionamento si attiva con badge RFID, tessere o tramite un sistema centralizzato. Surveye cura anche l’installazione tornelli a tutta altezza adatti per proteggere aree esterne – come per esempio gli stadi - in cui è necessario assicurare un alto livello di sicurezza. Questi tornelli non possono essere né scavalcati né aggirati; possono ruotare meccanicamente in un solo senso per favorire l’ingresso o l’uscita, oppure essere controllati da un sistema controllo accessi che lascia passare solo il personale autorizzato. Se attrezzati di lettore biometrico o altri dispositivi per la lettura di tessere, questi tornelli consentono l’accesso senza il controllo del personale di vigilanza.

Porte motorizzate
Le porte motorizzate sono ideali per il controllo di aree a traffico intenso, come metropolitane, aeroporti, stazioni, stadi, grandi aziende. Il meccanismo di funzionamento è semplice: il sistema controllo accessi verifica l’identità del soggetto e lo abilita; le porte motorizzate del gate, quindi, rientrano nella struttura laterale per lasciare transitare l’individuo. Grazie all’integrazione con dispositivi per la rilevazione del transito corretto in grado di conteggiare le persone presenti, i varchi motorizzati garantiscono una gestione efficiente del flusso delle persone, evitando disordine e caos. L’area protetta può anche essere tutelata da indicatori d’allarme che, in caso di forzatura del varco, si attivano: essi rappresentano dunque un efficace deterrente per il passaggio non autorizzato delle persone.

Bussole
Le bussole di sicurezza sono utilizzate in ambienti esposti a rischio elevato (come gli istituti di credito e negozi di beni preziosi). Forniscono la protezione ideale per contrastare intrusioni, furti, tentativi di scasso, sabotaggi. Esse, infatti, permettono, il controllo preventivo e visivo, oltre che l’eventuale blocco della persona sospettata.