Follow us


Iscriviti alla Newsletter Surveye

ABBIAMO LE SOLUZIONI GIUSTE!

RETAIL: SICUREZZA PER I TUOI CLIENTI

SICUREZZA E CONTROLLO
PER IL SETTORE RETAIL

GLI OBIETTIVI

Il mondo del Retail è fondamentalmente rappresentabile come un edificio o un insieme di edifici di grandi dimensioni che include svariate attività commerciali: dal supermercato al negozio di abbigliamento, dalla gioielleria al negozio di elettrodomestici fino ai servizi per la persona e per la casa. Ognuna di queste attività ha potenzialmente lo stesso problema di sicurezza rappresentato, per la maggior parte dei casi, dalla mancanza di merce e relativi addebiti. Se poniamo attenzione a cosa succede in termini di differenze inventariali nei vari punti vendita, ci accorgiamo che ogni anno il numero di furti e ammanchi raggiunge cifre tutt’altro che trascurabili: una percentuale è additabile a ladri e taccheggiatori che vengono presi con le mani nel sacco mentre una parte è purtroppo riconducibile all’infedeltà degli operatori interni.

Esistono varie soluzioni per arginare questa emorragia di beni e merci, a partire dalle etichette elettroniche per arrivare alle soluzioni di controllo integrate con la gestione della videosorveglianza, delle allarmistiche e degli impianti tecnologici, passando per la verifica dell’accesso del personale e in generale dei flussi di visitatori e clienti nell’intera area del Centro Commerciale.

LA FILOSOFIA

Surveye mette a disposizione una piattaforma di gestione integrata che – grazie alla sua capacità di comunicare con l’esterno – può acquisire dati e informazioni provenienti da diversi sottosistemi consentendo di supervisionare e monitorare non solo la parte Security ma anche gli impianti di controllo tecnologico – quali climatizzazione, quadri elettrici, antincendio – con il risultato di ottimizzare i costi relativi alla vigilanza fisica e al presidio delle strutture. 

Surveye progetta e installa soluzioni avanzate per impianti antifurto retail, rivelazione incendio, controllo accessi retail, videosorveglianza retail e sistemi di automazione

Survey ti aiuta ad integrare la corretta tecnologia con un’architettura aperta per garantirti la necessaria flessibilità nella gestione di tutte le applicazioni di sicurezza e controllo, anche di terze parti. Con Survey hai la libertà di valutare e decidere il meglio per le tue esigenze.

SOLUZIONI PER IL SETTORE RETAIL

Clicca sul + per approfondire

Un impianto di allarme in ambito retail viene progettato, installato e gestito in manutenzione in conformità alle normative di riferimento CEI 79-3 CEI EN 50131-1.

La progettazione prevede una fase preliminare che consiste nel valutare le esigenze e le richieste del cliente e raccogliere i dati generali (planimetrie, attività svolte, misure di sicurezza esistenti, analisi del rischio).

Segue un progetto definitivo dove vengono scelte le ubicazioni dei sensori, dei dispositivi di allarme, dell’organo di comando, dei dispositivi di trasmissione, la loro tipologia.

Si concretizza con l’installazione, dove vengono eseguite tutte le operazioni di fissaggio dei vari dispositivi nel rispetto della normativa CEI 79, dell’azionamento e collaudo con test di funzionamento, verifica e consegna della documentazione di impianto.  

Il processo si chiude con la definizione del piano di manutenzione

L’impianto può essere così suddiviso:

  • Una prima parte costituita da quei dispositivi che si occupano di rilevare la presenza fisica di persone all’interno del Punto Vendita. Tale azione è eseguita da una grande varietà di sensori e rilevatori in grado di convertire un fenomeno fisico (movimento, vibrazione, variazione di temperatura, variazione elettromagnetiche, …) in un segnale elettrico.
  • Una seconda parte è rappresentata dalla centrale di allarme in grado di acquisire il segnale elettrico dei sensori, elaborarlo ed azionare i dispositivi di segnalazione. La centrale ha la possibilità di eseguire programmi personalizzati, adattandosi a tutte le esigenze. 

La terza parte prevede la segnalazione vera e propria della condizione di allarme mediante dispositivi di vario genere: sirene esterne/interne, avvisatori ottici/acustici, combinatori telefonici, sistemi nebbiogeni. La loro funzione consiste nel disturbare l’azione dell’intrusione, attirare l’attenzione e avvisare l’utente/addetti alla sicurezza dell’azione criminosa in corso.

Un impianto di videosorveglianza in ambito retail viene progettato, installato e gestito in manutenzione in conformità alle normative di riferimento CEI EN 62676.

La videosorveglianza Retail ha avuto prima di tutto un ruolo importante nel controllo e prevenzione di atti illeciti. Successivamente, con l’introduzione di software analisi video, è potenzialmente diventata anche una fonte di dati che possono fare la differenza nella gestione di un negozio: le informazioni raccolte possono fornire indicazioni per attività di marketing utili a sviluppare le vendite, sostenere attività commerciali in genere e gestire il flusso dei clienti.

Cosa possono rilevare le telecamere?

  • Comportamento dei consumatori durante lo shopping con relative aree a maggiore/minore concentrazione
  • Conteggio dei clienti in entrata/uscita e monitoraggio del tempo di permanenza in una determinata area/prodotto
  • Controllo degli accodamenti, ovvero gestione casse
  • Riconoscimento volti e informazioni sull’età e genere per migliorare la gestione del punto vendita in base al target

Quanto sopra dettagliato è la tipica “Funzione di analisi dei comportamenti dei Clienti” che con l’impegno di algoritmi di analisi video rileva “meta data” trasformati poi in informazioni fruibili. Con l’algoritmo “hot zones” è possibile avere sulla mappa – all’interno di un’area virtuale – la stima della presenza di persone in un determinato intervallo di tempo: la maggiore o minore concentrazione della presenza viene gestita attraverso una gradazione di colori. 

Algoritmi specifici possono aiutare sia il marketing che la sicurezza:

  • Gate Flow: conteggio persone
  • Area Counting: gestione delle code
  • Lack Refill: gestione degli scaffali vuoti
  • Parking lot: gestione parcheggi
  • Occupancy Rate: gestione dell’occupazione degli spazi 
  • Panic Disorder: gestione di disordini dovuti a situazioni di allarme
  • Skill Fall: gestione uomo a terra
  • Left Object: gestione oggetto abbandonato
  • Smoke Fire: rilevazione incendio

La tecnologia da impegnare viene orientata verso le seguenti soluzioni: 

  • Telecamere termiche
  • Telecamere Megapixel in formato Minidome, Bullet, Panoramica 360°, multisensore, PTZ
  • Analisi video e ricerca Forense
  • VMS (Video Management Software)
  • PSIM (Physical Security Information Management)

Un’importante opzione nella GDO è la verifica delle transazioni di POS e i sistemi di controllo delle casse automatiche. Questa funzione viene gestita con sistemi di scansione dei codice a barre e di recupero dati associando alla transazione il video corrispondente.

Un impianto di rilevazione incendio retail viene progettato, installato e gestito in manutenzione in conformità alle normative di riferimento UNI 9795, UNI EN54 e UNI 11224.

L’interruzione dell’operatività in ambito GDO genera rischi per le persone, perdite significative e danni di immagine. Un sistema in grado di allertare tempestivamente l’innesco di un incendio dà la possibilità di mettere in sicurezza persone, assets e in generale i beni contenuti nella struttura.

Lo scopo dei sistemi antincendio è di rilevare nel più breve tempo possibile un fenomeno fisico e/o chimico associato ad un incendio, al fine di:

  • Attivare i piani di intervento
  • Favorire un tempestivo esodo delle persone, degli animali nonché – ove possibile – lo sgombero di beni
  • Attivare i sistemi di protezione/contenimento dell’incendio ed eventuali altre misure di sicurezza.

La scelta tecnologica avviene in funzione delle esigenze del sito.
E’ possibile abbinare più tecnologie ovvero realizzare impianti misti che prevedono l’impiego di barriere lineari, sensori puntiformi e sistemi ad aspirazione con impiego di tecnologie laser per rilevare particelle di fumo all’interno di aria prelevata da tubazione. Quest’ultima soluzione è molto utilizzata nella gestione delle aree parcheggi interrate.

Un numero sempre maggiore di Centri Commerciali comprendono un campo fotovoltaico a tetto. 

Una rilevazione affidabile dell’incendio prima della sua propagazione risulta interessate trattandosi di aree esterne non presidiate ma facenti parte della struttura, rappresentando quindi una potenziale vulnerabilità non trascurabile.

Una verifica può essere effettuata con un controllo video per mezzo di telecamere termografiche che coniugano affidabilità e rapidità di rilevazione.

E’ doveroso segnalare che si tratta di una soluzione utilizzabile solo a situazioni non soggette a normativa in quanto la video-rivelazione incendio a mezzo telecamere deve essere considerato solo come un sistema in ausilio ad un impianto tradizionale.

Un impianto di controllo accessi in ambito retail viene progettato, installato e gestito in manutenzione in conformità alle normative di riferimento EN 60839-11-2 e EN 60839-11-1.

In un ambiente che prevede un numero elevato di clienti – ma anche di personale su diverse turnazioni – avere un sistema di controllo accessi diventa imprescindibile, necessariamente integrato con il sistema di videosorveglianza e in grado di dialogare con il software di supervisione

La filosofia di Surveye per gli ambienti della Grande Distribuzione Organizzata prevede un sistema di controllo accessi sviluppato su tre elementi:

  • Barriera fisica (porte – tornelli – metal detector) che impedisce fisicamente l’accesso ad una determinata area
  • Dispositivo di identificazione, oggi disponibile in opzioni multiple (schede di prossimità – lettori RFID – smart card – carta magnetica – dispositivi biometrici – lettura targhe)
  • Controllore varchi e Software per definire ed autorizzare i permessi di accesso alle aree. 

Tra le varie soluzioni proposte da Survey, particolarmente interessante risulta la proposta basata su un cilindro di chiusura che registra in modo accurato l’identità della persona, l’ora di accesso e gli ambienti visitati. 

In questo scenario, visitatori ed ausiliari possono essere dotati di transponder o smart card con limitazioni temporali, oppure di codici PIN giornalieri da digitare sui tastierini PinCode. 

Questa soluzione garantisce massima rapidità di reazione rispetto a eventi quali perdita di chiavi, dimissione di un dipendente, sospensione della collaborazione, cambio turni e molto altro.

La soluzione per il retail ideata e proposta da Surveye si avvale di rete WaveNet con funzionamento via radio 868 Mhz per collegare le diverse sedi, garantendo così la più elevata sicurezza. Anche le organizzazioni più complesse possono essere schematizzate e controllate per mezzo del software di gestione Locking-System-Management.

Il mondo del commercio sta cambiando – e continuerà ad evolvere – e con esso le relative minacce. Il Modello sviluppato da Surveye in ambito retail si inserisce in una filosofia innovativa basata sulla capacità di integrare informazioni provenienti anche da altri sottosistemi con la finalità non solo di ridurre i furti, ma anche di dare un contributo di valore nella gestione del personale, della struttura e dei punti vendita.

null

Contatta il Team di supporto

Compila il form per una consulenza dedicata e personalizzata!

Contattaci


    Accettazione Privacy*Leggi la Privacy

    PERCHÉ SCEGLIERE NOI?

    PERCHÈ OFFRIAMO