Aree pubbliche

Surveye progetta e installa soluzioni tecnologicamente avanzate specifiche per strutture pubbliche quali: impianto antifurto aree pubbliche; impianto di rivelazione incendio e sistema antincendio aree pubbliche; controllo accessi aree pubbliche; sistemi di automazione e videosorveglianza aree pubbliche.

Surveye è un’azienda specializzata nel supportare la Pubblica Amministrazione nella scelta, nella progettazione e nell’implementazione del sistema più idoneo. L’azienda, inoltre, si occupa di adempiere le normative della tutela e della privacy di cittadini e dipendenti. La videosorveglianza in aree pubbliche è lo strumento primario per ridurre eventi e comportamenti criminali ma offre anche prove fondamentali quando il reato è già stato commesso.

I sistemi di controllo accessi aree pubbliche e di videosorveglianza aree pubbliche progettati da Surveye rispettano le regole del Codice della Privacy (D.lgs. 196/03) e quanto previsto dal Provvedimento in materia di videosorveglianza del 8 aprile 2010. L’azienda fornisce inoltre un servizio completo chiavi in mano, offre assistenza continuativa e si occupa di tutti gli adempimenti corollari all’installazione dei sistemi.

Tali adempimenti sono:

  • informativa: avvisare pubblico e dipendenti che si trovano in zona videosorvegliata
  • verifica preliminare e notifica
  • designazione dei soggetti preposti al trattamento
  • definizione delle misure di sicurezza.
  • durata della conservazione delle immagini registrate
  • cancellazione delle immagini
  • diritti degli interessati (art.7 del Codice Privacy)

In base all’articolo 4 dello Statuto dei Lavoratori, modificato dall’art.23 D.lgs. 151/2015 (Jobs Act), è vietato controllare a distanza l’attività lavorativa tramite videosorveglianza. Ne consegue che l’installazione di tale sistema debba essere effettuato previo accordo collettivo stipulato dalla rappresentanza sindacale unitaria o aziendali, oppure con autorizzazione della DTL.

Da maggio 2016, inoltre, il Ministero del Lavoro ha pubblicato il modello unificato con cui richiedere l’autorizzazione a installare impianti di videosorveglianza e geolocalizzazione. Il modello e la documentazione tecnica richiesta devono essere presentati solo in mancanza di rappresentanze sindacali o mancato raggiungimento dell’accordo con i sindacati.

Per mancati adempimenti sono previste, dal Codice Privacy (D.lgs.196/03) e dallo stesso Statuto dei Lavoratori, sanzioni sia amministrative sia penali.

Referenze:

Agnosine

Alfianello

Alseno

Annicco

Breno

Brescia

Castegnato

Castel Mella

Castelcovati

Cazzago San Martino

Cividate Camuno

Cologne

Comezzano Cizzago

Concesio

Erbusco

Fiesse

Gambara

Gavardo

Ghedi

Lavenone

Lodrino

Lograto

Lumezzane

Maclodio

Manerbio

Marcheno

Monticelli Brusati

Montichiari

Nave

Orzinuovi

Passirano

Polaveno

Ponte di Legno

Pontevico

Robecco D'Oglio

Rodengo Saiano

Rovato

San Zeno Naviglio

Sarezzo

Seniga

Sirmione

Solferino

Sulzano

Ticengo

Tignale

Toscolano Maderno

Trenzano

Trescore Balneario

Treviso Bresciano

Vallio Terme

Vestone

Vobarno

Comunita Montana di Valle Sabbia

Unione dei Comuni Lombarda A.V.C.

Unione dei Comuni Lombarda Casalbuttano ed Uniti

Unione Comuni Antichi Borghi Vallecamonica